Pubblicare in Open Access: i contratti trasformativi

Link identifier archive #link-archive-thumb-soap-47790
Pubblicare in Open Access: i contratti trasformativi
L’Ateneo, attraverso il  Sistema Bibliotecario di Ateneo di Roma Tre, partecipa alla sottoscrizione di contratti consortili nazionali promossi dal Link identifier #identifier__188792-1Coordinamento per l’accesso alle risorse elettroniche (CARE) della Link identifier #identifier__16137-2Conferenza dei rettori delle università italiane (CRUI).
 
Che cos’è un contratto trasformativo
A partire dal 2020 sono stati sottoscritti in ambito consortile nuovi contratti di tipo “trasformativo” (transformative agreement), nei quali i costi pagati dalle istituzioni, oltre a garantire l’accesso in lettura ai periodici scientifici, comprendono anche quelli per la pubblicazione ad accesso aperto (article processing charge) da parte degli autori affiliati.
Con Article Processing Charges (abbreviato APC) si intende la possibilità che offrono gli editori di pubblicare contributi scientifici ad accesso aperto all’interno di riviste o pubblicazioni dietro pagamento di un contributo (sostenuto dall’autore o dall’istituzione).
I costi dei contratti trasformativi – definiti anche “Read and Publish” o “Publish and Read” – prevedono la suddivisione della spesa totale tra una quota per pubblicazioni in accesso aperto (crescente nel corso del contratto) e una di accesso ai contenuti in sottoscrizione (decrescente nel corso del contratto).
 
Al momento sono attivi i contratti trasformativi con gli editori: ACS American Chemical Society, CUP Cambridge University Press, Emerald, Springer.
Sono anche previsti sconti per le apc per la pubblicazione con l’editore Elsevier.
 
Per ulteriori informazioni consultare la Link identifier #identifier__99879-3pagina dedicata.