Prestito interbibliotecario e fornitura documenti

Prestito interbibliotecario e fornitura documenti

Il prestito interbibliotecario (Interlibrary loan – ILL) è un servizio che consente di ottenere in prestito da altre biblioteche libri non presenti nella propria.

Il servizio di fornitura dei documenti (Document delivery – DD) permette di ottenere da altre biblioteche copie di articoli di riviste o parti di libro non disponibili nella propria.

Destinatari e modalità del servizio

Possono accedere al servizio gli utenti istituzionali dell’Università degli Studi Roma Tre iscritti al servizio di prestito e senza sanzioni in corso presso la biblioteca.

Se un libro non è presente né all’interno del Sistema Bibliotecario di Ateneo, né in nessuna altra biblioteca di Roma che consenta il prestito ad utenti esterni, salvo accordi o convenzioni stipulate, è possibile rivolgersi alla Biblioteca di Area Giuridica, la quale chiederà il libro in prestito ad altre biblioteche, nazionali o estere.

Analogamente si possono richiedere articoli o parti di libro.

Modalità di inoltro delle richieste

Si possono inoltrare fino a 2 richieste di ILL contemporaneamente e fino a 3 richieste di DD a settimana.

Le richieste devono essere inviate all’indirizzo e-mail della biblioteca (biblioteca.giuridica@uniroma3.it) o utilizzando il modulo cartaceo presente in biblioteca. E’ necessario indicare i dati bibliografici completi del documento richiesto e i dati personali (i dati personali saranno trattati come previsto dal Dlgs 101/18).
La biblioteca non è responsabile dei tempi di risposta delle istituzioni a cui viene inoltrata la richiesta; si impegna a dare riscontro sull’esito, anche qualora fosse negativo.
Le modalità e la durata del prestito o della consultazione sono stabilite dalla biblioteca prestante.

Il servizio è generalmente gratuito. Tuttavia le biblioteche fornitrici possono richiedere un rimborso spese che sarà a carico del richiedente. In questo caso la biblioteca avvertirà l’utente prima di inoltrare la richiesta.

L’utente è responsabile dei libri ricevuti in prestito fino alla loro riconsegna ed è tenuto a restituirli entro i tempi comunicati, nel medesimo stato in cui li hai ricevuti. In caso di smarrimento o di danneggiamento è necessario risarcire la biblioteca prestante. Le copie di documenti ricevuti attraverso la fornitura di documenti (DD) invece non devono essere restituite.

Per le biblioteche

Le biblioteche possono richiedere libri in prestito e/o riproduzioni di articoli o parti di libro scrivendo  a: biblioteca.giuridica@uniroma3.it

Ogni biblioteca richiedente può inoltrare fino a 2 richieste di prestito interbibliotecario contemporaneamente e 3 richieste di fornitura documenti a settimana.
Sono escluse le opere che risultano disponibili al prestito per meno di 30 giorni.
ILL: La restituzione dovrà avvenire rispettando la data di scadenza e le modalità indicate dalla biblioteca prestante.
DD: le copie non devono essere restituite.

La biblioteca richiedente è responsabile del danneggiamento o smarrimento del materiale ottenuto in prestito; in tal caso si impegna a riacquistare l’opera, o a reintegrarla con una di pari valore scientifico e commerciale indicata dalla biblioteca prestante. Non vengono evase richieste inoltrate da privati.
Il servizio da parte della nostra biblioteca è gratuito nei confronti delle biblioteche che garantiscono la reciprocità.

La biblioteca partecipa a NILDE e ad ACNP  (codice RM465)

Sono generalmente esclusi dal prestito:

  • documenti riservati alla sola consultazione in sede, identificati sul Catalogo on line dallo status “Solo consultazione”;
  • documenti che risultano disponibili al prestito per meno di 30 giorni;
  • documenti audiovisivi;
  • documenti soggetti alle limitazioni previste dalla normativa sul diritto d’autore;

ogni documento che la Responsabile della Biblioteca di Area Giuridica ritenga, per particolari esigenze, di escludere dal prestito

La Biblioteca di Area Giuridica eroga il servizio in conformità al Regolamento del prestito interbibliotecario e della fornitura di documenti e nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela del diritto di autore.

Alessandra Argenio 21 Aprile 2021